TOCCO….

Quel che mi viene spontaneo toccare….. ma… dopo aver percorso quasi 7.000 Km da ottobre a ieri per un corso abilitativo (cosa non si fa per diversificare il lavoro!!!) terminato al meglio, dopo aver completato le innumerevoli scadenze sempre più pressanti e pesanti, dopo aver rotto le palle ai clienti per ottenere le giuste informazioni per portare a termine il tutto, dopo essermi rotto le palle per completare l’ICI….. finalmente posso dedicarmi un pò più al blog (sgrat sgrat) e a portare avanti l’ordinario della professione…… 🙂

 

 

TOCCO….ultima modifica: 2010-12-15T17:11:00+01:00da imperfetta.ment
Reposta per primo quest’articolo

27 pensieri su “TOCCO….

  1. Ciao Imperf… vedo che Tina mi ha anticipato, mannaggia! Ero venuto ridendo come un matto e volevo che te la facessi anche tu una risata!! Ha scoperto che cos’è un router… ma la storia che ha raccontato ha dell’allucinante!!

    Invece, io non riesco a sentire il “sonoro” del video… fammi capire che accidenti ha questo stramaledetto PC e torno!

    Ciao e buona serata!

  2. Carlo…sei sicuro di avere le casse audio accese?

    Va bene la presa per i fondelli, ma voi usate le lingue straniere per creare depressione, la stessa depressione della faccia del cliente del commercialista…sono stesa sulla tastiera Imperf, se tu operassi a Torino mi avresti come cliente, invece mi tocca pagare uno stronzo al quale devo dire cosa non va inserito nel 730 di Maurizio ;-))

    A dopo, perchè sono sicura che questa discussione a tre non si fermerà qua ;-))

  3. Non mi meraviglierei partisse ora una campagna “adotta anche tu un commercialista” , poverini… ma sendimbò , quel cliente è il fratello colto di Nino D?Angelo??? ps :Vedi che in questo periodo le palle vanno solo tirate fuori e non rotte , altrimenti il puntale non punta 🙂

  4. … ma lo sai che tu e Tina, siete proprio dei “simpa”? (che è l’abbreviazione di simpatici, pronunciata a denti stretti!!!)

    Non sono le casse, a quello ancora ci arrivo!!! Deve essere un problema più serio… mi parla di codek mancanti e di altri accidenti audio che non comprendo e che sembra siano spariti! Comunque, ora non ho né tempo né fantasia di dedicarmi al problema… magari, nel fine settimana rimaniamo in contatto, così me lo risolvete voi!!!!!!! Simpa!!!!

  5. Ciao Imperf! Calduccio da me? E ci credo, ho acceso tutto ciò che può emettere calore in casa mia! Sono uscito alle due che iniziava a venire giù neve (zona via nazionale). Son partito con lo scooter senza preoccuparmi troppo, convinto non “attaccasse”. Tant’è che sull’Appia aveva iniziato a piovere… ma non avevo messo la tuta antipioggia!!

    Ho pensato, va beh… tiro dritto e crco di arrivare a casa velocemente! Velocemente ho preso, invece, tanta acqua e arrivato in zona “Castelli”… è iniziato il panico! Aveva nevicato e la pioggia non aveva sciolto la neve, anzi, cominciava a gelare. Arrivato a metà della “salita” verso Castel Gandolfo, ho iniziato a zigzagare, finché quasi mi scapicollo. Fermato lo scooter a bordo strada, non sono stato più in grado di partire (ma neanche le macchine che salivano). Intanto, continuavo a prendere freddo, pioggia e neve.

    Dopo rocambolesche manovre, sono riuscito a portare lo scooter fuori strada ed a farlo camminare su uno sterrato a lato della strada, con il minimo del gas ed io a piedi che cercavo di non farlo sbandare. Dopo 50 metri ho trovato uno slargo… e l’ho abbandonato lì. Più tardi, mi farò accompagnare da un’amica, per vedere se posso spostarlo in un posto più “sicuro” o, addirittura, portarlo a casa!

    Mi sono fatto altri 4 chilometri a piedi e… alle 5 e mezza ero a casa! Pensi abbia cristonato? Di più!!!

    Il fine settimana tranquillo ce lo siamo guadagnato anche stavolta!!

    Buon fine settimana a te e ciao!!

  6. Ora capisco la “calma serafica” di Carlo ;-))

    Le casse non funzionano, non mette la tuta antipioggia, si spegne la “ferrari” strada facendo…4 chilometri a piedi sotto pioggia mista a neve…

    Siamo simpa? ;-))

    E mnch Carlo…sarà che detesto i motorini, mi sfrecciano da tutti i lati e se ne fottono della loro sicurezza, come i ciclisti ai semafori, prima di ripartire aspetto di vedere da quale lato decidono di farsi stirare.

    Imperf, avrei voluto essere un passero solo per sentire cosa hai detto davanti a quella statua ;-))

    Spero tutto si sia limitato allo specchietto laterale rotto. ;-))

    Buon fine settimana Imperf ;-))

  7. Ciao Imperf e buon pomeriggio! Ma alla Tizia qua sopra che non sapeva manco cosa fossero i router, lo dici tu che a noi scooteristi per necessità, noi che viviamo o lavoriamo nelle megalopoli, non ci deve “sfruculiare” molto? (sfruculiare = sfottere)

    Per decenza, mi limito ad affermare che venerdì qualsiasi indumento che indossavo, era zuppo d’acqua! Qualsiasi. Non è bello, Tina!!!

    Comunque, è vero: certi motorini, li abbatterei volentieri anche io! Ho notato una cosa: più sono piccoli (di cilindrata) più sono str##zi!! Comunque, anche gli automobilisti… belli rinco!! E c’è quello che legge il giornale mentre guida, quello al telefonino, quella che si trucca, quello che fuma e ti tira la cicca fuori dal finestrino… insomma, viaggiano come se la strada fosse la loro e intorno a loro non esistesse nessuno. Prima di sorpassarli è meglio che guardi che fanno, se no rischi grosso!

    Ti lascio una parte della mia replica al tuo commento:

    Non devi spiacerti se sei contrario alla “violenza”. Nessuno è favorevole alla violenza, come mezzo per affermare un proprio diritto. Dichiarare questo princìpio deve far sentire orgogliosi… altro che dispiacere! Tuttavia, limitarsi a condannare l’uso della stessa, in questo momento non è sufficiente e immagino sarai d’accordo anche su questo.

    Il resto del ragionamento, da me!!

    Ciao e buona serata a te!!

  8. Ciao Imperf. Io non giustifico affatto la “violenza” come mezzo per perseguire un fine. Qualunque esso sia.

    Dico solo, con il mio post, che non possiamo limitarci a condannare ma dobbiamo trovare e proporre un’alternativa valida e accolta “da loro”!!

    Personalmente, è questa la mia difficoltà, insieme ad un preciso timore: che da parte di chi Governa, si stia strumentalizzando la stessa, con dichiarazioni che non fanno altro che accrescere la tensione e rendere vano ogni nostro discorso!

    Tutto qua.

    Se Sasà vorrà rispondere alle tue domande, capiremo di più, credo!

  9. Stabilito che non voglio “sfruculiare” e solo per caso ho imparato cos’è un router, nel caso altri ministri ponessero la domanda

    “ma che diavolo fate andando in pensione”?

    Potete rispondere che se nevica ve ne state sotto le coperte…OPS… mi arrendo.

    Io ho un ciclista che sfreccia sul marciapiedi, quando esco dal cancello lo devo fare a passo d’uomo…i coglionazzi ci sono a due e quattro ruote, come le capre che, adiacente al mercato passano col rosso perchè sono in tanti ;-))

    Sulla violenza mi sono espressa.

    Imperf, l’hai guardata con quale stile?

    Domanda, se resti senza benzina per strada, usi l’amplomb oxfordiano esclamando

    “Perbacco, è finita la benzina”

    A me è capitato…non riporto cosa ho staccato. ;-))

    Buona serata Imperf ;-))

Lascia un commento